VAL D'ORCIA On My Mind : Consulta il nuovo archivio fotografico online > Scopri di più                                                                                                                                                         VAL D'ORCIA On My Mind : Consulta il nuovo archivio fotografico online > Scopri di più

benvenuti nel

PARCO DELLA VAL D’ORCIA

L’evoluzione naturale della valle insieme all’identità culturale delle comunità che la abitano da secoli: il Parco della Val d’Orcia è un patrimonio dell’umanità. Ciò che rende unica la Val d’Orcia è frutto della visione comune delle realtà che ne fanno parte, i Comuni di Castiglione d’Orcia, Montalcino, Pienza, Radicofani e San Quirico d’Orcia.

Scopri la Val d’Orcia

itinerari-icon
Itinerari
sapori-icon
Sapori
terme-icon
Terme

Iscriviti alla newsletter e seguici sui social

facebook
instagram

VAL D’ORCIA

On My Mind

La storia e i luoghi della Val d’Orcia.
Entra nell’archivio fotografico digitale

Dentro il paesaggio Patrimonio dell’Umanità.

Val d’Orcia On My Mind è l’archivio fotografico digitale del Parco della Val d’Orcia dove è possibile rintracciare l’evoluzione e la trasformazione del paesaggio in equilibrio con il lavoro degli abitanti dei cinque comuni. Un dialogo tra natura e uomo che ha dato vita alla bellezza artistica, naturale, culturale riconosciuta dall’UNESCO.

MORE

Il Parco Artistico, Naturale e Culturale della Val d’Orcia è presente nella lista dei siti UNESCO come paesaggio culturale.

Questo riconoscimento è stato assegnato nel 2004 dal Comitato del Patrimonio Mondiale per l’eccellente stato di conservazione del paesaggio, figlio di intelligenti interventi dell’uomo, e per l’influenza che ha avuto sugli artisti del Rinascimento.

MORE

PARCO DELLA VAL D’ORCIA

visittuscany.com - parco della val d'orcia

Con il contributo di

Legge 20 febbraio 2006, n.77
Misure speciali di tutela e fruizione dei siti italiani di interesse culturale, paesaggistico e ambientale, inseriti nella “lista del partrimonio mondiale” posti sotto la tutela dell’UNESCO”